Tennis Club Gallarate | Chi siamo
1091
page-template-default,page,page-id-1091,page-parent,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Chi siamo

Il Tennis Club Gallarate nasce nel 1934, in località Seprio, dove rimarrà fino al 1967, anno in cui la sede viene spostata in località Ronchetto solo nel 1993 verrà inaugurato il nuovo complesso di Largo Prinetti Castelletti a Gallarate, sede definitiva del circolo.
Il circolo offre, oltre a 7 campi da tennis, una piscina accessibile a soci ed invitati, una palestra attrezzata, un ampio ristorante ed un’accogliente club house con aree relax e svago, il tutto immerso in una verde cornice.
1934
Storia

La storia del Tennis Club Gallarate parte da molto lontano: era il 1934 quando in località Seprio nacque questo sodalizio grazie ad alcuni appassionati della racchetta guidati da Mario Borgomaneri, primo storico presidente del circolo.

Iscritti di diritto nell’album dei ricordi i nomi di Marcora, Velo, Gilli, Bianchi, Vanna e Oreste Bossi, ma, soprattutto, di Piero Bossi che nel 1955 vinse la Coppa Lambertenghi, allora considerata un vero e proprio Campionato Nazionale Under 16. Il secondo periodo della storia del Tennis Club comincia invece nel 1967, anno in cui la sede viene trasferita in località Ronchetto, alle Querce, per iniziativa dell’allora presidente Alberto Binaghi.

Di quel periodo si ricorda un significativo incremento dell’attività agonistica che portò a discreti risultati quali il 3° posto nazionale nella “classica” Coppa Facchinetti (l’attuale Serie C) ottenuto nel 1983 con la squadra composta dai fratelli Cutrì, da Marcora, Frigerio, Luoni e Fraschini, ed un 3° posto assoluto della squadra Over 45 nel 1986 con Cardani, Giovannucci e Gilli.

Nel frattempo il presidente era diventato Paolo Caravatti, il presidente della svolta, in quanto è sotto la sua gestione che nasce e si sviluppa l’idea di una nuova e definitiva sede sociale. Questo obbiettivo venne raggiunto nel 1993, grazie alla determinazione del Presidente, dei Consiglieri e di quindici Soci promotori che avevano creduto in un progetto che da altri era stato definito un’autentica follia.

L’inaugurazione della nuova sede del Circolo in Largo Prinetti Castelletti a Gallarate, ancora oggi un piccolo gioiello dell’architettura sportiva, fu indubbiamente il primo tassello di un mosaico in cui attività sociale, organizzativa ed agonistica hanno trovato posto e sono cresciute di pari passo dando vivacità e linfa al Club; ecco perché sono in molti a considerare il 1993 l’anno di nascita del Tennis Club Gallarate.

A questo progetto di “rinascita” ha dato una forte spinta Guido Bertelli, un dirigente che si era fatto le ossa nel basket varesino, in carica proprio dal 1993. E così in questi anni, grazie al supporto di strutture all’avanguardia, Bertelli e compagni si sono mossi seguendo un progetto ben preciso: l’attività organizzativa ed agonistica al primo posto, in particolare quella riguardante i giovani.

In questo contesto vanno catalogati alcuni risultati di assoluto rilievo, che dimostrano come il Tennis Club Gallarate sia uno dei più importanti Circoli della Lombardia; i sette scudetti tricolori vinti in vent’anni non sono impresa da poco: ha iniziato Sara Rizzon (Under 12) nel 1993; tre anni dopo (1996) è Nahuel Fracassi a fregiarsi del titolo italiano Under 16 e due anni dopo (1998) del titolo di doppio Under 18 con Diego Alvarez.

Lo stesso Fracassi che, pochi anni prima, nel 1993, vinse con la Nazionale Italiana il titolo mondiale a squadre Under 14. Altri due tricolori li ha conquistati l’intramontabile Federica Bonsignori, entrambi nel doppio di 2° Categoria, nel 2002 con Raffaella Bindi e nel 2003 con Emilia Desiderio.

I due più recenti successi sono invece ad opera di Lisa Tognetti, capace di imporsi nel 2011 nel Campionato Italiano 2° Categoria sia in singolare che in doppio (con Elena Pioppo).

Non mancano neppure i piazzamenti di prestigio: fra tutti il 3° posto alla Coppa Facchinetti nel 1983, il 3° posto nel Campionato Over 45 nel 1986 e il 2° posto di Nahuel Fracassi nel singolare dei Campionati Italiani U18 nel 1997.

Tutti risultati che uniti all’entusiasmante vittoria ottenuta nel campionato di A2 il 25 Maggio 2003 da Bonsignori, De Bernardi, Desiderio e Smirnova, stanno a testimoniare l’importanza di un circolo che ha creduto nel progetto “tennis agonistico” senza però tralasciare la parte “organizzativa”, tant’è vero che tra le perle del Club vi sono manifestazioni di assoluto rilievo nazionale: i campionati nazionali Under 18 del 1997 (vinti da Dario Sciortino) e quelli di 2° Categoria femminili del 2002 (conquistati da Katia Altilia); quelli Under 13 nel 2008 (vinti da Cannavera) e infine i recentissimi Campionati Nazionali Under 16 del 2015, la manifestazione giovanile più importante d’Italia, vinti da Frinzi. E oltretutto vi è, ogni anno, un’importante Torneo Open maschile, in memoria dell’indimenticato socio Max Giovannucci, di cui è campione in carica da cinque anni di fila Alessandro Bega.

Tanti motivi d’orgoglio per un circolo di 600 soci, 300 dei quali non giocano a tennis ma sono tuttavia inseriti perfettamente nel contesto sociale del Circolo, che offre loro, oltre agli impianti extra-tennistici (club house, piscina, palestra e ristorante di prim’ordine), numerose attività ricreative e culturali.

In questo modo tutti si sentono parte integrante del club e sono consapevoli di essere protagonisti della storia presente e soprattutto futura del Tennis Club Gallarate.